Suggerimenti e detrazioni fiscali per l’acquisto dei climatizzatori – Miwa Energia | Fornitura gas ed energia elettrica in Italia

Suggerimenti e detrazioni fiscali per l’acquisto dei climatizzatori

Come scegliere un climatizzatore?Come scegliere il climatizzatore?

Che sia rovente o meno, l’estate è sempre sinonimo di climatizzatori. Come scegliere il climatizzatore più adatto, fonte di refrigerio e benessere nei giorni più caldi dei mesi di luglio e agosto? Innanzitutto il climatizzatore multi split a pompa di calore elettrica aria-aria è la soluzione più diffusa con cui rinfrescare l’ambiente domestico o lavorativo.

Scegliere il climatizzatore più adatto però non è solo funzione di prezzi, marche e tecnologia. Per l’estate 2015 le detrazioni fiscali previste in materia agevolano o “condizionano” (perdonate la battuta) in maniera positiva l’acquisto dell’elettrodomestico. Innanzitutto, la spesa sostenuta per acquistare un climatizzatore a pompa di calore può beneficiare dello sgravio Irpef del 50% per le ristrutturazioni immobiliari con l’unico vincolo che l’elettrodomestico sostituisca il precedente. Se invece vogliamo rientrare nel bonus del 65% sul risparmio energetico è indispensabile installare un sistema ad alta efficienza con prestazioni minime indicate nelle tabelle dell’Agenzia delle Entrate, e sempre in sostituzione dell’impianto originario. Infine, ultima opportunità: il bonus mobili/elettrodomestici con una con detrazione Irpef del 50% per gli apparecchi di classe A+ o superiore destinati agli immobili in ristrutturazione.

Scegliere il climatizzatore significa anche valutare il livello di tecnologia dell’apparecchio e dell’etichetta energetica. Occhio ai valori di prestazione dell’elettrodomestico in base ai quali il consumatore conoscerà le sue prestazioni in base al consumo in KWH calcolato su 350 ore di funzionamento. In merito alla rumorosità, il valore dovrebbe attestarsi sotto i 32 decibel legali.

Focalizziamoci adesso su un altro punto. Scegliere il climatizzatore in base ai costi dell’apparecchio stesso. Per un climatizzatore domestico multi split aria-aria il costo medio sia di circa 500 euro/kW tutto incluso (apparecchio, Iva, posa in opera). Per un immobile di 70 mq circa ne saranno necessari almeno tre: i costi arrivano in questo caso a circa 2500 euro. Per le utenze cosiddette commerciali invece rientriamo nell’ordine dei 1000 euro/KW fino a 35 kW di potenza totale, per poi scendere leggermente negli impianti ancora più grandi. In quest’ultimo caso il prezzo sarà condizionato anche dall’efficienza energetica e dal modello.

Per quanto riguarda gli obblighi di legge, da ottobre 2014, tutti gli apparecchi di climatizzazione devono possedere un libretto dell’impianto. Nel caso in cui la potenza frigorifera installata sia superiore a 12 kW, è obbligatorio un controllo periodico di efficienza energetica. E’ bene precisare che ogni Regione sta interpretando e applicando la norma a modo suo.

Con questi consigli estivi, adesso possiamo scherzosamente augurarvi buon caldo e consigliarvi qualche altra lettura utile, ad esempio “Come migliorare l’efficienza energetica di casa tua” oppure “I 9 consigli per risparmiare energia elettrica”.

Miwaenergia

.

View admin Posts

Leave us a comment

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On Linkedin